Chi siamo

Il 20 febbraio 2006 avanti il notaio Borghi di Modena è stata costituita l’Associazione Italiana Pallavolisti.I soci fondatori hanno voluto denominarla AIPAV, in ragione dell’assonanza con Fipav, la nostra federazione.L’AIPAV non ha scopo di lucro e per statuto dovrà mantenere la più completa indipendenza nei confronti degli organi di governo, delle aziende pubbliche e private, delle società sportive, delle Leghe, della Federazione e di qualunque altro soggetto terzo.

Gli scopi statutari di AIPAV sono i seguenti:

a) tutela degli interessi morali ed economici;
b) potenziamento e miglioramento delle condizioni dell’attività sportiva e di prestigio sociale, con particolare riguardo alla salute ed integrità fisica, fino al conseguimento di un completo sistema di sicurezza categoriale e sociale;
c) elevazione professionale, culturale ed economica, per una sempre maggior valorizzazione del prestigio e della dignità della categoria nel consorzio sociale;
d) coadiuvare gli associati, anche rappresentandoli direttamente, nei rapporti tra gli stessi e le società sportive, le Leghe, -
e) intrattenere rapporti, anche mediante adesione, con enti, associazioni o federazioni italiane ed estere che perseguano finalità analoghe;
f) attivare e partecipare ad iniziative promozionali nell’ambito del settore sportivo;
g) promuovere in genere tutte le iniziative utili alla categoria ed allo sviluppo dello sport della pallavolo.

AIPAV si propone di tutelare gli interessi dei giocatori sotto tutti i punti di vista, puntando a potenziare e migliorare la loro condizione di atleti, con particolare attenzione alla loro salute ed integrità fisica, e agli aspetti contrattuali ed economici.
AIPAV è pronta già da subito a partecipare alla definizione dei campionati e a discutere la predisposizione di accordi collettivi valevoli per tutti i giocatori con una disciplina minima inderogabile.
AIPAV intende ridiscutere la previsione della fideiussione obbligatoria per le società; introdurre delle regole che affrontino e disciplinino il fenomeno del mancato pagamento degli stipendi, prevedendo lo svincolo a costo zero dell’atleta alla fine del campionato e il divieto per la società inadempiente di iscriversi al campionato successivo se non previa sanatoria della morosità; introdurre assicurazioni obbligatorie a carico delle società a favore degli atleti e individuare un sistema previdenziale che possa dare ai giocatori una certa tranquillità a fine carriera.
Per fare ciò AIPAV si propone di rappresentare i propri associati nei rapporti con le società sportive, -
E’ evidente che questi obiettivi interessano tutti i giocatori ed è per questo motivo che i promotori hanno voluto creare un associazione aperta a 360° che potesse accogliere nel suo interno tutti coloro che praticano il nostro sport, di tutte le serie, sia italiani che stranieri, ma soprattutto, sia maschi che femmine.
L’invito dei promotori rivolto alle loro colleghe è stato da queste accolto con entusiasmo, perchè esse hanno dichiarato di condividere pienamente gli obiettivi che AIPAV intende raggiungere. Il risultato è stata la presenza delle pallavoliste all’atto della costituzione di AIPAV e l’accettazione di alcune di esse di far parte del Consiglio.